venerdì 3 maggio 2013

Profili: Alberto Caspani.




Alberto Caspani: laureato in filosofia teoretica presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi sul tema “Controllo e trasgressione in Michel Foucault” (relatore prof. Carlo Sini), lavora come giornalista freelance principalmente nel settore viaggi. 
Dopo le prime esperienze nell’ambito della cronaca territoriale per conto de Il Cittadino di Monza e Brianza e Il Giorno, ha iniziato a realizzare reportage per diverse testate specialistiche, fra cui Travel Quotidiano, Viaggiando, Bell’Europa, D La Repubblica delle Donne, il Venerdì di Repubblica, Panorama Travel, Guida Viaggi.com e RussiaOggi. Recentemente ha poi avviato un progetto personale di fotomonografie da collezione, raccolte sul sito http://altrimentimag.blogspot.it .
Grazie alle numerose trasferte, ha avuto modo di sviluppare sul campo studi comparati delle principali tradizioni spirituali e filosofiche in Asia, in Africa, nelle Americhe e in Oceania, collaborando fra gli altri con la Teosophical Society di Chennai (India), il Kaurna Cultural Centre di Adelaide (Australia), il Dungur Shamans Centre di Kyzyl (Russia), il Tibetisches Buddhistisches Zentrum di Huettenberg (Austria), nonché con l'Atelier Immaginale gestito dall’Associazione Iris presso l’università Bicocca di Milano, associato alla cattedra di Filosofia dell’Educazione del prof. Paolo Mottana. 





Diverse le spedizioni realizzate negli anni, le più recenti nell’Artico russo (2012), così come nella foresta equatoriale del Gabon (2011), per i territori contesi del Kashmir (2009) sino alle remote aree delle tribù cannibali di Papua (2008), durante le quali si sono intervallate iniziazioni a culti locali come il Bwiti o lo sciamanesimo yakuto. 
Quando risiede a Biassono, piccolo Comune della Brianza, collabora con il museo civico locale (www.museobiassono.it) e il Gruppo ricerche archeostoriche del Lambro, tiene seminari di filosofia presso l’Università del tempo libero, si diletta nella letteratura (ha pubblicato un libro di viaggio dal titolo “Una volta ancora”) e guida Lista per Biassono, schieramento civico di cui è capogruppo in consiglio comunale.